Metodo Emozione di Conoscere - prof. Nicola Cuomo

I riferimenti teoretici, i metodi, i criteri che orientano le prassi dell’emozione di conoscere ed il desiderio di esistere.

Il metodo denominato “Emozione di Conoscere” è stato realizzato, valutato e verificato da più di 30 anni, avvalendosi di confronti, valutazioni e verifiche a livello internazionale multi e interdisciplinare. Tra le peculiarità che caratterizzano il metodo l’emozione di conoscere ritroviamo il progettare  le circostanze di apprendimento e di insegnamento assolutamente non sciolte dai contesti relazionali con la molteplicità di eventi, né dalla relazione psico-affettiva determinata dal desiderio di comunicare.

Modello Empatico Relazione - prof. Nicola Cuomo

Progetto nell'ambito della Pedagogia Speciale denominato "Amico" secondo il Modello Empatico-Relazione

Progetto rivolto a realizzare percorsi conoscitivi e di potenziamento di competenze sociali e relazionali (supportati da un Operatore Specializzato con la costante supervisione dell’Insegnamento di Pedagogia Speciale).
Il progetto fa riferimento ad un atteggiamento comportamentale e relazionale, non vuole assolutamente confondere l’amicizia con l’intervento di un professionista formato nel campo della Pedagogia Speciale.

Verso una vita autonoma ed indipendente con l’emozione di conoscere ed il desiderio di esistere

Cosa fare, come fare e perché: strategie e buone prassi nell’ambito della pedagogia speciale

di C. De Pellegrin - Edizioni ETS Pisa 2009.

Pensare come adulti e non come eterni bambini le persone con deficit e fornire loro competenze sul piano affettivo e cognitivo per una vita autonoma ed indipendente in visione del “dopo genitori” è una tra le attenzioni di base presenti da più di trent’anni nelle ricerche scientifiche multi ed interdisciplinari condotte dal gruppo di ricercatori che fanno capo al Prof. Nicola Cuomo (Insegnamento di Pedagogia Speciale e Didattica dell’Integrazione-Università di Bologna) e di cui Cinzia De Pellegrin fa parte.Nelle pagine di questo testo, grazie alla rigorosa analisi dell’autrice, il lettore potrà ripercorrere un’esperienza che ha condotto persone con bisogni speciali verso una vita autonoma ed indipendente.

Pensami adulto

Esperienze e riflessioni pedagogiche per l'integrazione degli handicappati nella scuola media superiore

di Nicola Cuomo - Edizioni UTET 1995

Alla luce delle documentate ipotesi di lavoro per l'inserimento delle persone con deficit alla scuola secondaria di primo e secondo grado, nate dalle esperienze condotte dall'autore stesso, vengono qui proposti percorsi didattici innovativi, che si avvalgono di metodologie multimediali, le quali permettono di individuare e potenziare le capacità di coloro che sono definiti handicappati in vista di un loro inserimento in ambito lavorativo.

X Fragile - Il Filo di Arianna e i labirinti

Una ricerca-formazione-azione tra sinergie scientifiche e buone pratiche di Neuroscienze, Psicologia Clinica e Pedagogia Speciale

N. Cuomo, G. Biondi, G. ALbertini - Edizioni ETS Pisa 2014 .

Un'occasione per scoprire la potenza della diversità attraverso l'analisi di bambini e persone con deficit, per ritrovare e scoprire in tali condizioni, considerate di "difetto", potenzialità, risorse e spunti per l'innovazione.
La ricerca propone un saper leggere le differenze, le originalità dell'individuo, della persona, con l'occhio, lo sguardo del rispetto al fine di ritrovarne positività per tutti.
Gli autori hanno rinunciato a qualunque forma di ricavo scaturito dalla vendita del testo indirizzando tali proventi allo sviluppo della ricerca sull'emozione di conoscere e il desiderio di esistere.

I modi dell'insegnare: tra il dire e il fare..., tra le buone prassi e le cattive abitudini

di N. Cuomo e E. Bacciaglia

Idee e fatti, teorie e prassi, progetti e sperimentazione, problematiche e tentativi di risoluzioni, successi e insuccessi sono ambiti che caratterizzano l’intervento educativo-didattico nel suo divenire storico. L’insegnamento nella quotidianità, con le sue problematiche, è una base su cui è possibile costruire i saperi e le conoscenze pedagogiche, è la base su cui l’insegnante può riflettere e meditare sulla sua esperienza, facendola crescere, sviluppandola e maturandola in ricerca. Con e su tali premesse gli autori hanno voluto riportare l’attività svolta intorno ad alcuni casi, alcune situazioni, percorsi didattici, buone prassi, strategie di intervento realizzate in situazione di inserimento di bambini con “necessità speciali” nella scuola di infanzia e primaria implicando ed utilizzando molteplici punti di vista e chiavi di lettura dell’area psicologica e della pedagogia speciale.

La società generosa

Aggiungi qualche altra informazione su questo elemento...

di Martina Reolon e Pier Mario Vello - Ed. Feltrinelli, collana VITA 2014

Il fenomeno della generosità, analizzato prendendo le mosse dalle forme esplicite del dono e in maniera comparativa con il fenomeno dello scambio economico, rivela lati inaspettati, che costringono a un riesame dei valori che fanno da baricentro alla società. La generosità, ben lungi dall'essere un fatto soggettivo e limitato alla sfera delle interazioni private, estende la sua sfera d'azione a tutto il tessuto sociale e si pone come forza gravitazionale e innesco di forme di riconoscimento e di riconoscenza, indispensabili affinché la società possa avere luogo

1 / 1

Please reload

© 2016 by Fondazione CondiVivere Onlus

Via Ambrogio Strada, 10
20091 Bresso (MI)
Tel. 02/610.30.34
C.F & P.IVA 07058080966

segreteria@condivivere-onlus.org